Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2013

La faccia nascosta di Halloween...alcune idee in merito.

Immagine
La faccia nascosta di Halloween.Come la festa della zucca ha sostituito Tutti i Santidi Damien Le GuayElleDiCi 2004pp. 128€ 8,00
Il libro è sostanzialmente un pamphlet "giornalistico" e divulgativo. L'attenzione dell'autore è riservata al fenomeno "zucche vuote" nella laicissima Francia, che vieta i simboli religiosi ma non si preoccupa di gestire gli aspetti "religiosi" di halloween.

Le Guay presenta una buona analisi storica della "festa" celtica e degli aspetti che la allontanano inquivocabilmente dal cristianesimo. Possono sembrare esagerati i riferimenti ed i collegamenti tra halloween ed il satanismo, ma nel modo in cui li spiega l'autore si capisce in che proporzione i due fenomeni si intersecano e si alimentano a vicenda. 

Gli aspetti sociali, antropologici e di marketing che sono evidenziati nel corso del testo, anche se a volte sembrano affrontati con eccessiva attenzione o acribia, di fatto permetteno di riconoscere le prob…

Solennità di tutti i santi - sant'Agostino, De sermone Christi in monte

Immagine
Vidi una grande moltitudine, che nessuno poteva contare, d'ogni nazione, d'ogni tribù, d'ogni lingua e stavano davanti al trono vestiti di bianco, con la palma in mano e cantavano con voce potente: Gloria al nostro Dio  (Ap 7,9-10)


Il «Discorso della montagna»

E, prendendo la parola, così li [i discepoli] ammaestrava (Mt 2,5).

       Se si vuole sapere il significato del monte, si comprende bene che esso vuol dire i precetti più importanti sulla giustizia, per il fatto che i più secondari erano già stati dati ai Giudei.

       Tuttavia, l’unico Dio, attraverso i santi profeti e i suoi servitori, distribuì, secondo i tempi, in modo ordinato, i comandamenti meno importanti al suo popolo che aveva bisogno ancora del timore per tenerselo unito, e per mezzo del suo Figlio dare al popolo quelli più grandi che era conveniente che fosse liberato dall’amore.


Poiché, d’altra parte, s’impartiscono ai piccoli i precetti di minore gravità, ed ai più grandi quelli di maggiore importanza, que…

Halloween e cattolicesimo

Immagine
NomeCosa significa Halloween? Il nome deriva da All Hallow Eveovvero “vigilia di tutti i santi”ed indica nei paesi anglosassoni l’ultima sera di ottobre come festa in preparazione alla celebrazione dei Santi.
È una festa per i bambini.Secondo la credenza popolare, l’ultima notte di ottobre era il momento in cui dalla sera e per tutta la notte le anime dei morti tornavano sulla terra, accompagnandosi a streghe, demoni e fantasmi. Testimonianza di quest’ultimo aspetto della ricorrenza si riscontra ancora nei travestimenti di cui si servono i bambini per girare di casa in casa chiedendo dolci e monetine.

Significato della festaDurante la notte tra il 31 Ottobre ed il 1° Novembre i Celti svolgevano le loro cerimonie più importanti, poiché credevano che in questa notte i morti dell'anno precedente sarebbero tornati sulla terra in cerca di corpi da possedere. 

Questa era la notte di Samhain (il capodanno celtico).
In questa occasione i contadini spegnevano il focolare per allontanare gli s…

Che diavolo sei?

Metto qui a disposizione la mia intervista con don Gianni Sini, parroco di Olbia ed esosrcista diocesano. L'intervista riguarda i fenomeni legati alla possessione diabolica in merito all'ultimo libro di don Gianni, Che diavolo sei?


Introduzione alla Teologia cattolica

Immagine
La teologia cattolicadi Jean-Pierre TorrellJaca Bookpp. 128€ 12.39

All'inizio del mio percorso accademico presso la Pontificia Università Lateranense, nella Facoltà di Teologia nel 2003, mi sono imbattutto in una serie di problemi che riconduco a due principali problematiche. 
1. Nonostante abbia avuto ottimi insegnanti e aver compiuto degli studi teologici che hanno riempito le mie giornate di nuovi mondi da scoprire e che mi hanno introdotto alla bellezza del pensiero che arriva alle altezze della speculazione su Dio, mi sono reso conto che nella mia facoltà, romana e pontificia, sussisteva un continuo frammentarsi del sapere teologico in categorie e sottocategorie che a volte assumevano le caratteristiche di saperi indipendenti e gerarchizzati: in vetta si trovava la teologia fondamentale, quella dogmatica, trinitaria, biblico-esegetica, patristica, morale, sacramentale, spirituale ed infine pastorale e liturgica. 

Tra le pagine di Jean-Pierre Torrell si percepisce il disagio per …

La scuola ed il digitale...

Immagine
La settimana scorsa su Criticaletteraria.it è uscita una mia recensione all'ultimo saggio di Giovanni Reale. L'insigne filosofo ha dedicato la sua riflessione al rapporto ed al legame che oggi esiste tra la scuola e il mondo digitale. 

 Di fronte ad un partito ideologico di sociologi, pedagogisti e professori modernisti che preferiscono rinunciare al loro ruolo educativo per sostituirlo con la mediazione digitale si stagliano alcune osservazioni: perché si ripudia la cultura scritta, il libro come strumento di studio, ed il professore che fa lezione tradizionalmente alla cattedra cercando di trasmettere non solo nozioni ed informazioni, ma anche una passione per la materia oltre che un senso umanizzante della conoscenza e del processo di apprendimento? Veramente gli anni di studio e di esperienza in classe possono essere, non solo adiuvati, ma sostituiti e liofilizzati in giochini carini sul tablet, mappe interattive e linee del tempo che divertono tanto i ragazzi ma annientano…